RiAttiviamo Pego: “Inadeguato l’aiuto del Comune ai commercianti. Bisogna incrementarlo”

RiAttiviamo Pego:

PEGOGNAGA – “Le attività commerciali di Pegognaga risentono fortemente degli effetti economici determinati dalla pandemia Covid-19. Pochi giorni fa l’attuale maggioranza ha fatto la scelta di sostenere in questo momento critico e difficile il commercio locale stanziando soli 1000 euro attraverso una lotteria che prevede l’estrazione di buoni spesa dopo che i cittadini devono completare con i loro acquisti una tessera con otto bollini. La coalizione di minoranza RiAttiviamo Pego, formata da Pd e MCA, ritiene che questo fondo sia totalmente inadeguato e inconsistente per valorizzare e sostenere il commercio locale in quanto molto esiguo ed incapace di generare alcun meccanismo di volano virtuoso in grado di produrre economia tra i commercianti di Pegognaga”.
Così il comunicato con il quale il gruppo di minoranza consiliare RiAttiviamo Pego torna ancora sul tema del sostegno da parte dell’Amministrazione comunale ai commercianti locali pesantemente colpiti dalle misure anti-Covid.
“In comuni limitrofi come ad esempio accaduto a Borgomantovano e a Reggiolo sono stati messi a disposizione e a sostegno del commercio locale rispettivamente 40 mila e 70mila euro. Per questo motivo RiAttiviamo Pego presenterà nel prossimo Consiglio Comunale un emendamento con cui chiederà di poter di incrementare e rimpolpare il fondo a sostegno dei commercianti. Verrà chiesto di arrivare  almeno a una somma di 10 mila euro messa a disposizione per i soli  commercianti e le loro attività. Riteniamo che se c’è la volontà politica di stare concretamente dalla parte del commercio locale di Pegognaga la strada per poter incrementare il fondo a loro destinato la si trova, affermando con forza una visione politica che pensa al benessere del commercianti Pegognaghesi”. conclude RiAttiviamo Pego