Mirandola, emergenza Coronavirus: sospesi i tributi comunali in scadenza per cittadini e imprese

Il municipio di Mirandola

MIRANDOLA (MODENA) – Un aiuto concreto ai cittadini ed alle imprese, costretti a confrontarsi con le forti difficoltà indotte dall’emergenza epidemiologica in corso da Coronavirus. È quanto ha predisposto il Comune di Mirandola, con la disposizione del differimento e della sospensione del pagamento dei tributi comunali.

A tal proposito oggi, 23 marzo infatti la Giunta comunale – con l’obiettivo prioritario di sottoporla al Consiglio comunale nella prossima seduta per la ratifica – ha approvato una delibera specifica in cui:

  • Viene differito al 30 giugno 2020 il pagamento dell’imposta di pubblicità (ICP), in scadenza il 31 marzo 2020;
  • Viene differito al 30 giugno 2020 il pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico (COSAP), in scadenza anche questo il 31 marzo 2020;
  • È stato sospeso il pagamento delle rate relative alle rateazioni di tutti gli accertamenti attinenti ai tributi comunali, nonché di quelle relative alle ingiunzioni di pagamento con scadenza nel periodo compreso dall’8 marzo al 30 giugno 2020. È stato disposto che il numero delle rate previsto nel provvedimento di concessione della rateazione è automaticamente aumentato di un numero di rate pari a quelle oggetto di sospensione;
  • Resta infine ferma la possibilità per i contribuenti di versare volontariamente alle scadenze indicate, anche se sono oggetto di differimento o sospensione.

«Abbiamo scelto di adottare queste misure, con l’auspicio che possano rappresentare una boccata d’ossigeno, per cittadini ed attività imprenditoriali, già costretti a far fronte ai troppi disagi in termini di lavoro, provocati dalla situazione in atto», fa sapere il Sindaco di Mirandola, Alberto Greco.

AGGIUNGI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here